Smartphone, wi-fi non funziona o lento, cosa fare?

In caso di problemi con la linea wireless di casa, infatti, il vostro migliore alleato potrebbe essere un insospettabile dispositivo elettronico che di norma tenete tra le mani per la maggior parte del tempo: lo smartphone. Grazie alla miriade di app disponibili su Google Play Store e App Store, infatti, sarete in grado di condurre una serie di test che vi permetteranno di capire se la linea Internet di casa ha dei problemi e perché il Wi-Fi non funziona come dovrebbe.

Basterà scaricare e installare le giuste app per poter trasformare lo smartphone in un tool di analisi e verifica delle funzionalità della connessione Internet e della linea senza fili di casa.

Controllare velocità connessione con lo smartphone

Prima di tutto, c’è bisogno di accertare che la linea Internet funzioni correttamente e che, dunque, i problemi siano riconducibili al router Wi-Fi di casa e non siano piuttosto un problema generalizzato del nostro fornitore dei servizi di connettività oppure della rete in generale. Il modo più semplice è fare uno speed test e verificare che la velocità linea sia quella dichiarata dal nostro operatore telefonico (o, quanto meno, ci si avvicini). Diverse le opzioni cui poter ricorrere in questo caso: le più conosciute e utilizzate sono Ookla Speedtest (disponibile sia su Play Store sia su App Store) e Fast Speed Test di Netflix (scaricabile per iPhone e smartphone Android).

images-Ookla Speedtest-fast

In entrambi i casi, fare il test di velocità connessione Internet sarà estremamente semplice. Dopo aver installato e avviato l’app, non dovrete far altro che premere sul pulsante centrale per avviare la verifica e attendere qualche decina di secondi (tutto dipende dalla velocità della linea). L’app si metterà in comunicazione con il miglior server a disposizione e scaricherà i pacchetti dati di test che consentiranno di verificare la velocità linea.

È consigliabile, però, effettuare lo speedtest in più stanze, così da avere risultati più accurati: la divisione in stanze dell’ambiente casalingo e la disposizione di mobili e suppellettili possono infatti indebolire il segnale Wi-Fi e alterare i risultati del test di velocità. Ripetendolo, invece, si avrà una maggior accuratezza e certezza sulla reale velocità di connessione.

Le app per analizzare la connessione Wi-Fi

Se gli speedtest effettuati hanno dato risultati poco lusinghieri, è possibile che il problema stia nel router Wi-Fi (o in qualche altro dispositivo wireless che crea interferenze). Anche in questo caso, lo smartphone può essere d’aiuto per analizzare lo “stato di salute” della copertura del segnale Wi-Fi in casa o in ufficio. Alcune app, infatti, consentono di esaminare il comportamento della connessione senza fili e, in alcuni casi, realizzare una mappa della copertura.

  • Wi-Fi Analyzer

Disponibile solo per dispositivi Android, Wi-Fi Analyzerannusa” lo spettro radio nelle vostre vicinanze e vi fornisce diversi grafici sulla potenza e copertura del segnale Wi-Fi all’interno della vostra abitazione. Spulciando tra le varie impostazioni e strumenti, si potrà scoprire il livello di copertura, la potenza del segnale e quali sono i canali Wi-Fi migliori a cui connettersi.

  •  IP tools

Installando IP Tools sul proprio smartphone – disponibile sia su App Store sia su Play Store – si potrà accedere a diversi strumenti di controllo della connessione Internet, sia Wi-Fi, sia sotto rete cellulare. Tra questi, il Wi-Fi Explorer permette di visualizzare quali siano le reti senza fili con la miglior copertura e il segnale più forte e regolarsi di conseguenza: collegandosi alla rete con le migliori performance, si avrà la certezza di navigare al meglio, minimizzando le eventuali interferenze.

  • WiFi Heatmap

Disponibile solo per smartphone Android, WiFi Heatmap è un’app gratis che consente di “esplorare” la propria abitazione e scoprire dove il segnale Wi-Fi è più forte e dove, invece, è più debole. Dalla schermata principale sarà possibile scoprire quale sia la qualità della connessione, mentre scorrendo verso il basso sarà possibile accedere al tool per la creazione della heatmap (“mappa di calore” in italiano): si carica la piantina dell’abitazione o dell’ufficio (o si disegna, con l’editor incorporato) e ci si muove tra le stanze, segnalando di volta in volta la propria posizione. Alla fine del giro, l’app avrà disegnato l’heatmap, che potrete scaricare e condividere con il vostro tecnico di fiducia o con il vostro amico smanettone.

  • WiFi Analyzer and Surveyor

Due app in una. Con Wifi Analyzer and Surveyor si avranno a disposizione sia le funzionalità di app come Wi-Fi analyzer, sia di WiFi Heatmap. L’utente, infatti, potrà conoscere tutti i dettagli sulle varie reti Wi-Fi che sono nelle sue vicinanze (portata, qualità del segnale, copertura e interferenze con altre reti) sia realizzare una heatmap della propria abitazione o dell’ufficio, così da conoscere esattamente come intervenire per migliorare la copertura del Wi-Fi. App gratis, è disponibile solo sul Play Store di Android copertura del Wi-Fi.


Precedente I bambini e gli adolescenti sono i più esposti ai pericoli della Rete! Successivo Perché aggiornare il tuo Android